Wall thickness

Spessore parete

Nella stampa 3D, lo spessore della parete si riferisce alla distanza tra una superficie del modello e la superficie diametralmente opposta. Per il livello Standard, lo spessore minimo della parete che puoi usare è di 1 mm. Lo spessore minimo della parete che puoi usare per il livello Performance è di 0,5 mm. Tuttavia, lo spessore minimo applicabile per la parete può variare, in quanto dipende da diversi fattori fra cui la geometria e le dimensioni del pezzo. Pertanto, consigliamo uno spessore di 2 mm per creare pareti o caratteristiche strutturali.

Non c'è uno spessore massimo della parete, ma tieni presente che le aree più spesse possono aumentare le tensioni nel pezzo, il che potrebbe causare deformazioni e processi di stampa instabili. 

 

Detail size

Dimensione del dettaglio

Quando si stampa in metallo usando il Metal 3D Printing (M3DP) si possono realizzare dettagli molto piccoli (fino a 0,5 mm). Le dimensioni dei dettagli si riferiscono alla distanza fra la superficie del modello e quella del dettaglio.

Anche le scritte in rilievo e incise sono considerati dettagli, ma poiché la stampabilità e la leggibilità dipendono molto dall'orientamento della stampa, possiamo solo fornire una linea guida generale per le scritte in rilievo e incise; usare Arial 20 pt con altezza e profondità di 0,4 mm.

Poiché è difficile prevedere risultati per tutti i caratteri possibili, Arial 20 pt corrisponde a caratteri con spessore della linea di 0,7 mm e un'altezza complessiva minima del testo di 5 mm. Per avere un'idea di quello che ti puoi aspettare, fai riferimento agli esempi sottostanti di testo in rilievo e inciso nell'orientamento più favorevole sia per il livello Standard che per quello Performance.

Livello Standard inciso

Livello Standard in rilievo 

Surface quality

Qualità e orientamento della superficie

La direzione di costruzione di un pezzo ha un forte impatto sulla qualità della superficie, in quanto definisce l'orientamento della superficie del pezzo rispetto al piano orizzontale o alla piastra di stampa. Gli angoli (β) inferiori a 45° rispetto alla piastra di stampa tendono a generare una qualità della superficie più bassa, mentre gli angoli elevati superiori a 45° hanno maggiore probabilità di creare superfici migliori e più lisce. Una struttura a sbalzo (ad es. il lato inferiore di un tavolo) avrà probabilmente una bassa qualità della superficie. 

Filettature

Se il tuo progetto richiede filettature o altre post-lavorazioni, contatta il nostro team di project manager per discutere con loro come ottenere il miglior risultato.

Contattaci

Thermal-induced stresses

Tensioni termiche

Il tuo modello viene stampato in 3D usando il M3DP, che è sostanzialmente un processo di saldatura a strati. La fusione della polvere a strati e la sua solidificazione porta a tensioni termiche durante il raffreddamento della polvere fusa. Un progetto non idoneo per il M3DP può portare a insuccessi di stampa e/o deformazioni dei pezzi causati dalle forti tensioni indotte termicamente. È quindi essenziale tenere in considerazione le limitazioni specifiche del processo durante la progettazione del pezzo. Consigliamo di arrotondare o smussare i bordi nel design con un raggio minimo di 3 mm. Inoltre, evitare gli spigoli vivi per lo stesso motivo. Cercare di evitare grandi accumuli di materiale e, in generale, preferire forme organiche a progetti con spigoli. 

Dimensional accuracy

Precisione dimensionale

La precisione dimensionale non si riferisce al dettaglio del modello, ma alla sua deviazione rispetto alla misurazione nominale. La precisione generica per il metallo stampato in 3D è in conformità con DCTG 8 di DIN EN ISO 8062-3: 2008-09 per le dimensioni comprese fra 30 mm e 400 mm, DCTG 6 per le dimensioni fino a 30 mm e DCTG 6 di DIN EN ISO 2768-1 g (ruvido) per le dimensioni comprese fra 3 mm e 400 mm. 
 
Se non hai familiarità con queste norme, consulta la tabella sottostante per avere un'idea della tolleranza prevista per dimensione e del livello IT in conformità con ISO 286. 
 
Tieni presente che possono verificarsi deviazioni geometriche causate da design non adatti al M3DP e da forti tensioni termiche. 

Dimensioni  in mm 

Standard di colata DIN EN ISO 8062-3: 2008-09

Tolleranza in mm 

ISO286 livello IT 

3 DCTG 6 ±0.2 IT14
3-30  DCTG 6 ±0.2 IT12
30-60  DCTG 8 ±0.5 IT13
60-120  DCTG 8 ±0.7 IT13
120-250  DCTG 8 ±0.9 IT13
250-400  DCTG 8 ±1.1 IT13

Support

Assistenza

Il M3DP è un processo di produzione a strati. Il pezzo viene costruito strato dopo strato in base a un file digitale. A seconda dell'orientamento della superficie del pezzo, possono essere necessari supporti e questi vengono stampati durante il processo di produzione. I supporti mantengono il modello rigidamente fissato alla piattaforma di costruzione durante il processo di stampa e assorbono gli stress interni e allo stesso tempo prevengono deformazioni del pezzo. Pareti o sbalzi con angoli inferiori a 45° rispetto alla piattaforma di stampa devono generalmente essere supportati in quanto, altrimenti, porterebbero a errori di stampa. Una volta che il pezzo è stato stampato correttamente, il supporto viene rimosso e il pezzo viene sabbiato. Potrebbero ancora essere visibili alcuni segni delle strutture di supporto rimosse.

Powder removal

Rimozione della polvere

Nel creare un modello cavo, è importante includere almeno un foro nel design per consentire di rimuovere la polvere inutilizzata intrappolata all'interno della cavità. Cerca di usare uno spessore minimo della parete di 1 mm e mantieni almeno un'apertura con un diametro minimo di 3 mm. Questa apertura servirà come uscita per la polvere inutilizzata intrappolata dentro il pezzo stampato. Le cavità più grandi e complesse potrebbero necessitare di più fori con diametri maggiori, preferibilmente di 7 mm. I fori al centro del modello sono in genere la soluzione migliore, in quanto permettono la rimozione della maggior parte della polvere. È necessario evitare che la polvere resti intrappolata nelle sezioni cave del pezzo, in modo da consentire la rimozione completa della polvere in tali sezioni. 

Sebbene il processo di stampa ci permetta di produrre elementi a tenuta d'aria o acqua, non garantiamo tale tenuta dei pezzi stampati, in quanto dipende da più fattori e non solo dallo spessore della parete e dalla pressione che verrà applicata. In generale, consigliamo di stampare a livelli performance, in quanto hanno la porosità più bassa. 

Holes and threads

Fori

Il diametro minimo raccomandato per un foro è di 2 mm. Questo è il diametro minimo necessario per rimuovere la polvere interna; se il foro è più piccolo la polvere rimarrà bloccata all'interno della geometria. Fori o spazi interni complessi e di forma irregolare rendono impossibile l'ispezione o la rimozione completa della polvere.

Più i canali interni sono lunghi e complessi, più è grande il diametro minimo che si deve mantenere. In questi casi non è quindi sempre possibile garantire un risultato di stampa conforme alle geometrie CAD. Consigliamo vivamente di evitare di progettare lunghi canali interni in M3DP, a meno che si sia in contatto con un manager di progetto Materialise che possa analizzare i file.

Per fori che hanno esigenze di tolleranze ristrette, consigliamo di predisporre degli offset o di chiudere i fori completamente per la stampa. Il pezzo può in seguito essere sottoposto a post-lavorazione per assicurare che vengano praticati i fori in conformità con i suoi requisiti specifici.

Contattaci per ulteriori informazioni

File re.jpg

Requisiti dei file

Accettiamo file in formato STL, 3DS, 3DM, OBJ, WRL, MATPART, STP, SKP, SLDPRT, STEP, CATPART, IGES, MODEL, MXP e MGX su Materialise OnSite. 
Oltre ai formati file, abbiamo anche dei vincoli legati al contenuto di tali file. Per offrire la massima qualità possibile e assicurare la tracciabilità, consentiamo solo l'ordine di un modello per pezzo mediante la nostra piattaforma online OnSite. Questo significa che per ogni file vi può essere solo una shell. Se in un file vi sono più shell, lo lavoreremo solo se viene riconosciuto come un modello o pezzo cioè se le shell si intersecano o si collegano l'una con l'altra (per vedere se applicabile consultare le specifiche tecniche sotto). Altrimenti il pezzo non sarà lavorato correttamente. 

Specifiche tecniche

Precisione standard In conformità con DCTG 8 di DIN EN ISO 8062-3: 2008-09 per le dimensioni comprese fra 30 mm e 400 mm, DCTG 6 per le dimensioni fino a 30 mm e DCTG 6 di DIN EN ISO 2768-1 g (ruvido) per le dimensioni comprese fra 3 mm e 400 mm. 
Spessore strati 0,03 – 0,1 mm
Spessore minimo delle pareti 1,0 mm (livello Standard)
0,5 mm (livello Performance) 
Spessore strutturale della parete 2 mm
Dettaglio minimo 0,5 mm
Dimensioni massime della parte

500 x 280 x 315 mm (ordini effettuati offline)
440 x 220 x 315 mm (ordini effettuati online)

Interlocking or enclosed parts? No
Struttura della superficie Le parti non sottoposte a finitura hanno in genere una superficie grezza ma è possibile ottenere superfici levigate mediante vari livelli di finitura