LA SFIDA

Tradizionalmente gli sciatori dovevano scegliere fra scarponi confortevoli o ad alte prestazioni.

LA SOLUZIONE

Un flusso di lavoro digitale che include tutto ciò che va dalla scansione al paio di scarponi stampati.

LA SOLUZIONE UTILIZZATA

FDM, software realizzato su misura

L'IDEA/IL COME

Co-creazione con Materialise; R & S, servizi di progettazione e ingegneria e produzione certificata

Unire comfort e alte prestazioni

Dopo oltre 28 anni di attività nel settore dello sci e avere ascoltato innumerevoli lamentele riguardanti la scomodità degli scarponi ad alte prestazioni, il sogno di Reto era quello di ideare qualcosa di rivoluzionario. Voleva creare degli scarponi da sci che fossero allo stesso tempo confortevoli e sufficientemente performanti per le gare. Si trattava di una cosa assolutamente inedita, finché i primi scarponi TAILORED FITS non hanno fatto la loro comparsa sulle piste.

Dopo aver collaborato con Materialise per ideare una soluzione e un processo di stampa personalizzati, oggi TAILORED FITS può passare da una scansione a uno scarpone stampato in 3D realizzato completamente su misura per il piede di chi lo indossa.

Il loro obiettivo primario era quello di eliminare i fastidiosi punti di pressione dei tradizionali scarponi da sci da gara e Reto è entusiasta dei risultati. “Ora, con una scarpetta di forma personalizzata e un sistema chiuso che abbraccia gamba, scarpetta interna e scarpone, possiamo affermare di avere il 100% di comfort e il 100% di prestazioni e di trasmissione della potenza”.

Dalla scansione a uno scarpone che calza come un guanto

Per ottenere questa personalizzazione è stato creato un flusso di lavoro digitale che va dalla scansione 3D fino al prodotto finito. In un negozio di sci, i piedi dello sciatore vengono scansionati utilizzando un'applicazione disponibile su tablet, quindi TAILORED FITS si basa su tale scansione per progettare uno scarpone personalizzato. Una volta completato, il progetto passa alla stampante 3D, dove il disegno astratto di un computer viene trasformato in un paio di scarponi pronti all'uso.

“Una buona parte della nostra collaborazione con Materialise consiste nell'ingegneria e sviluppo di software per fare in modo che, un attimo dopo avere ricevuto la scansione, abbiamo il prodotto progettato. Questa partnership ci offre un'ottima collaborazione che ci consente non solo di automatizzare i progetti, ma anche di portarli sulle macchine da stampa 3D e in produzione”, afferma Reto. 

Raetus Schmid, sciatore e allenatore di lungo corso, è entusiasta dei risultati: “La nuova scarpetta interna stampata in 3D ha un grande vantaggio: è realizzata in un unico pezzo che si adatta come un calzino e non presenta alcun punto di pressione. È praticamente una replica della parte inferiore della gamba. E in questo modo trasferisce molto meglio la potenza agli sci”.

“Ora, con una scarpetta di forma personalizzata e un sistema chiuso che abbraccia gamba, scarpetta interna e scarpone, possiamo affermare di avere il 100% di comfort e il 100% di prestazioni e di trasmissione della potenza”.

— Reto Rindlisbacher, fondatore di Tailored Fits

Co-creazione: modellare lo scarpone ideale

Per arrivare ad avere un processo chiaramente definito, TAILORED FITS si è imbarcata in un viaggio di co-creazione con Materialise. Per prima cosa hanno formulato una visione condivisa: una nuova era degli scarponi da sci con una catena di fornitura completamente digitale. Tra gli aspetti più importanti vi erano la possibilità per i negozi di effettuare facilmente la scansione dei piedi delle persone, la progettazione dello scarpone ideale per la stampa 3D e l'utilizzo della tecnologia e dei materiali giusti.

Tutto questo è stato discusso in diverse sessioni, durante le quali si è parlato di ciò che gli sciatori esigono dai loro scarponi: “Con la collaborazione di Materialise abbiamo capito meglio quale processo poteva essere utile per la nostra soluzione, dato che le nostre richieste sono piuttosto esigenti. Lo sci è un'attività che si pratica all'aria aperta e mette a dura prova i materiali: si sta al freddo, si torna al caldo, si sta al sole, per cui una delle esigenze è la "resistenza ai raggi UV". Volevamo una scarpetta calda, per cui dovevamo avere una soluzione di stampa 3D che fosse isolante”, afferma Reto.

“Il processo di co-creazione è stato molto interessante per noi e ci ha veramente aperto gli occhi. Abbiamo potuto valutare davvero le varie tecnologie. Materialise conosce tutto ciò che riguarda la stampa 3D: i diversi processi e le diverse macchine. E così abbiamo iniziato a lavorare insieme”.

Sulla base delle discussioni avute con TAILORED FITS, come soluzione ideale Materialise ha identificato la modellazione a deposizione fusa (FDM) in un materiale flessibile. Il team di progettazione e ingegneria ha elaborato un progetto per scarponi che fossero sia flessibili che sufficientemente resistenti per le gare. 

“Per garantire le prestazioni dello scarpone, abbiamo dovuto progettarlo in modo che il materiale potesse essere flessibile nei punti di contatto più morbidi e sufficientemente resistente da reggere nelle zone d'impatto più forte. Questo significava dover progettare le diverse posizioni in cui viene esercitata pressione in modo che garantissero nello specifico la resistenza o la flessibilità necessarie. Siamo riusciti a realizzare ciò avvalendoci della nostra conoscenza delle strutture reticolari per creare la funzionalità localizzata”, spiega Dries Vandecruys, Design & Engineering Manager di Materialise.

Tailored Fits - Customized 3D-Printed Ski Boots

Tailored Fits - Customized 3D-Printed Ski Boots

Niente più piedi freddi

Per Raetus uno degli aspetti migliori degli scarponi è che questa è la prima volta nella sua vita in cui si trova sulle piste senza sentire freddo ai piedi. E questo è in parte dovuto alla calzabilità impeccabile: “La differenza tra gli scarponi TAILORED FITS e quelli tradizionali è che questi ultimi sono stati molto funzionali per gli ultimi venti, trent'anni. E sono ancora funzionali, non c'è che dire. E gli sciatori continuano a usarli. Ma lo scarpone TAILORED FITS può fare le stesse cose ed essere anche confortevole, mentre, come ben sanno le persone che li usano, gli scarponi da gara nella maggior parte dei casi non sono confortevoli”.

Hai delle buone idee? Scopri cosa può fare la stampa 3D per te!

Se pensi che il tuo progetto sia troppo complicato, in una fase troppo precoce o semplicemente troppo grande per la stampa 3D, è molto probabile che uno dei nostri project manager sia lieto di aiutarti a stamparlo in ogni caso. Dacci un'idea di quello che stai cercando di fare e lascia che noi ci occupiamo del resto.

Contattaci chevron_right